EXGの記号

Things about cool games, arcade, and so on…

Tenchi Souzou #4

Posted by exgnokigou su 29 novembre 2009

Tristemente, questo è l’ultimo post che scriverò riguardo Tenchi visto che il gioco è ormai stato completato. Immagino che nei prossimi 50k di testo troverete pesanti spoiler quindi sta a voi decidere se continuare a leggere.

Una volta ottenuta la nave abbiamo la possibilità di girovagare per tutta la mappa ( ad esclusione delle zone finali raggiungibili esclusivamente in aereo ) e di scoprire quindi i tantissimi luoghi segreti che il gioco nasconde. Per trovarli è praticamente necessario passare sopra ogni appezzamento di terra in quanto quasi sempre non sono visibili al giocatore. A volte sono semplicemente dei piccoli quadri con qualche personaggio che dirà frasi “banali” accompagnato da un forziere con all’interno un pò di moneta, altre volte invece avremo a che fare con dei piccoli minigiochi ( come vedere nella prima immagine ) per aggiudicarsi una magic rock; o ancora può capitare di trovare qualche bel equip. Di posti cc ne sono veramente tantissimi… Anche se a volte a cercarli tutti per ottenere solo qualche soldo può risultare frustrante in quanto ci si aspetterebbe qualcosa di più; ma meglio di niente, direi.

Le prime due immagini le ho snappate apposta perchè sono le locations ( che potete benissimo vedere dal puntino rosso sulla mappa ) di Mu e della Polinesia, utili magari a chi ha resuscitato questi continenti nella fase iniziale del gioco. Nella terza vediamo invece un simpatico richiamo agli edifici Enix, cosa che succede spesso in vari giochi.

Sempre a Tokyo c’è una location nascosta in cui dovrete aiutare uno degli sviluppatori del gioco a liberarsi della sua maledizione… Io l’ho trovata a caso spammando il tasto azione su vari oggetti, vi consiglio di fare lo stesso ! Il terzo snap invece l’ho messo solo per avvisarvi che, quando arriverete in quell’esatto punto del gioco, è meglio arrampicarsi sulla liana di destra…

L’espansione delle città ( snap 1 ), ah che cosa grandiosa ! Ci sono un sacco di azioni da fare per far evolvere le città predisposte a crescere, e quindi ci metterete un bel pò per soddisfare tutti i requisiti necessari. Ma c’è una cosa strana da dire. Mentre noi cercheremo di cambiare il corso della storia attraverso la diffusione del progresso tecnologico e scientifico portando benefici oggettivi alle varie popolazioni, queste sembrerebbero quasi… confuse o scontente, come dir si voglia. Come se i villaggi allo stato brado nella loro incoscienza fossero lo status migliore di vita, mentre il progresso, sebbene porti nuova tecnologie e “benessere” renda infelici le persone a causa delle problematiche che l’evoluzione porta. Sicuramente non è solo una mia impressione, ma un messaggio chiaro che gli sviluppatori hanno voluto inserire in questo gioco. Grandi.
Il secondo snap è invece un aiutino per chi come è successo a me si trova ad impazzire in un certo dungeon per trovare il modo di attraversare le cascate… Non avevo minimamente pensato a questa cavolo di nicchia che può essere scoperta solo se ci si butta sul lato sinistro della cascata. Bravi tutti. La terza immagine è invece per chi può capirla.

Man mano che la storia giunge al termine la trama diventa più fitta, e triste. Quasi volesse preannunciare qualcosa che l’utente verrà poi a scoprire solo alla fine… E così ci va di mezzo anche una storia “d’amore” con il suo intreccio per niente banale, in quanto comprensibile solo dopo varie ore di gioco.  Le altre due pics sono interessanti perchè, in ordine, la prima mostra i membri di un ordine che mi hanno ricordato a primo impatto il Klu Klux Klan, e leggendo altri dialoghi nel gioco alla fine possono essere fatti dei fantasiosi legami tra le due “sette”: se quella “reale” sembrerebbe essere propensa a diffondere il credo della superiorità della razza bianca, la seconda, nel gioco, ha delle tematiche ovviamente non simili, ma che riportano all’idea di “eliminare chi è inutile” mantenendo in vita, per altro per sempre, solo gli esseri meritevoli che ne sono in qualche senso degni. Interessante. Tra l’altro cercavo anche di scoprire se il Dot. Beruga di cui si fa cenno nel gioco come premio nobel per le biotecnologie fosse un qualche citazione, ma non ho trovato molto al riguardo… Se ne sapete qualcosa commentate. (E’ ovviamente il personaggio raffigurato nei quadri nel secondo e terzo snap ).

Nel laboratorio del Dot. Beruga avremo un veloce incontro / dialogo con egli stesso in persona, e ad un certo punto del suo discorso fa una citazione mica da ridere per quanto riguarda le “Tre leggi della robotica” di Asimov. Nello specifico, lo script che lui recita è: “Conosci le 2 direttive di un robot ? Primo. Un robot deve proteggere sempre l’essere umano. Secondo. Un robot deve cercare di difendere anche se stesso. Ma i miei robot hanno anche una terza ed ultima direttiva. Eliminare chiunque cerchi di ostacolarmi !” Ovviamente questo è un riadattamento delle tre originarie leggi della robotica, che invece sono ( traduzione dall’inglese ) :

  1. Un robot non può recar danno a un essere umano né può permettere che, a causa del proprio mancato intervento, un essere umano riceva danno.
  2. Un robot deve obbedire agli ordini impartiti dagli esseri umani, purché tali ordini non contravvengano alla Prima Legge.
  3. Un robot deve proteggere la propria esistenza, purché questa autodifesa non contrasti con la Prima e con la Seconda Legge.

Potete trovare tutte le info nei links a wikipedia appositi.
Il secondo snap invece è un luogo segreto ( questa volta visibile ) nella mappa del Deserto del Sahara. Il terzo è invece il solito posto adatto a farmare, che si trova nelle fogne di Tokyo nella stanza dopo a quella con la porta bloccata. Questi nemici droppano infatti una quantità elevata di soldi ( lingottoni da 300+ gemme ogni volta ), ed anche un bel pò di esperienza. E contando che si possono uccidere con un solo attacco in corsa, direi che si può fare qualche giro…

Epico.

Parliamo di strategie. Dunque la prima immagine vi mostra un safe spot per evitare l’attacco veloce rasoterra che andrebbe saltato. State ai lati sulla stessa linea in cui ho messo il personaggio io e avrete la sicurezza di non essere colpiti da quell’attacco. Per gli altri muovete e ritornate in quella posizione quando necessario. Per il boss finale non mi pronuncio…
Una volta sconfitto, abbiamo riportato la serenità nel mondo di superficie, ma…

Cazzo, passatemi lo sbrocco, ma è un finale triste. Persino per il nostro simpatico amico è difficile rendersi conto di quanto gli è stato riferito, ed inizia a riflettere per chi e per cosa ha lottato veramente. Per riportare la luce in un mondo che stava per essere coperto dall’ombra, o aver semplicemente protetto la vita da una minaccia che egli stesso rappresentava ? Fattostà che il nostro eroe è sfortunatamente quello che viene dal mondo sotterraneo, è un ombra, che è destinata a svanire. Ma la maturità che ha acquisito durante il suo viaggio lo porterà ad esprimere un ultimo desiderio: poter volare attorno al mondo, prima di scomparire definitivamente, per osservare come esso si stia evolvendo e quanto quindi egli è stato in grado di fare per il suo pianeta.

Edit: Ho dimenticato di includere questo video, che raccoglie le mie canzoni preferite del gioco. Buon ascolto.

Advertisements

Una Risposta to “Tenchi Souzou #4”

  1. […] This post was Twitted by exg_ […]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: